L SAFFARO OPERE GRAFICHE 1948 1993 BOLOGNA BUP 2018

LUCIO SAFFARO.
OPERE GRAFICHE 1948-1993
a cura di Gisella Vismara
Edizioni Bononia University Press
2018, pp. 776 

 

Le opere grafiche di Lucio Saffaro ripercorrono, in senso cronologico, la sua intera storia artistica: dai primissimi disegni “metafisici” e “calligrafici” ai più noti studi sui poliedri e sulle geometrie impossibili, documentando come la ricerca del pittore, fin dal principio, abbia aderito sia ad un classicismo profondamente italiano e rinascimentale, sia alle più interessanti e originali sperimentazioni segniche di matrice “surrealista” e “metafisica” del primo Novecento.
Il lavoro grafico, così riunito per la prima volta, non solo conferma una profonda coerenza tra pensiero e metodo, ma è testimone di una corrispondenza ineludibile tra ricerca letteraria, scientifica e artistica.

Come nella pittura, nelle grafiche ricorrono i temi e le immagini simboliche amati dall’artista per una vita: i luoghi dell’essere, la finitezza e l’incompiutezza dell’uomo, il mare, le onde e l’orizzonte, tutti elementi che evocano l’intima adesione di Saffaro anche alla cultura mitteleuropea.
Questo catalogo generale raccoglie 935 disegni, 54 litografie e 11 acqueforti realizzati dall’artista tra il 1948 e il 1993, opere non sempre rintracciabili fisicamente, ma di cui si sono comunque recuperate preziose riproduzioni fotografiche.